Domande frequenti 2020

Tramite l’Helpdesk per gli esperti CECE non solo rispondiamo individualmente alle domande più frequenti, ma verifichiamo anche se e come possiamo ottimizzare lo strumento o i processi. Poiché l'implementazione delle modifiche può richiedere diversi mesi, Abbiamo creato anche una voce FAQ

Ecco le tre domande più frequenti:

  • Come funziona la deduzione automatica delle finestre?

    Nel dicembre 2016, con la versione CECE V4.7, abbiamo cambiato la logica della deduzione automatica delle superfici finestra. Precedentemente a questa versione, l'esperto CECE poteva gestire la deduzione automatica delle superfici finestre dalle pareti, selezionando tramite un “vistino”. Si manifestavano regolarmente situazioni di incertezza, e così abbiamo automatizzato questo aspetto con la versione 4.7. Non appena viene selezionato "montata in" per una finestra, tutte le superfici dovranno essere registrate in questo modo. Per nuovi progetti ciò si spiega da sé, mentre se si adattando progetti pubblicati prima del dicembre 2016, in alcuni casi si consiglia di procedere con cautela. 

     

    Esempio: un esperto aveva già rilevato le superfici nette delle pareti, registrando comunque ancora tutte le finestre come "montate in". Durante l'aggiornamento, le aree delle finestre sono state sottratte dalle aree delle pareti. Lo strumento non è in grado di rilevarlo come un errore. Tuttavia, dalle schede "Pareti" e "Finestre e porte" sotto "Generale" potete verificare in modo semplificato se nel vostro progetto vengono calcolate superfici lorde o nette. Qui potete trovare ulteriori informazioni sull’argomento.

  • Qual è la formula corretta della standardizzazione del CECE?

    Nella primavera del 2020 l’EnDK ha pubblicato la base di calcolo dell'etichetta energetica nel documento "Standardizzazione del CECE". Un esperto della Svizzera romanda ha recentemente richiamato la nostra attenzione su un errore nella formula del fattore di occupazione. Fino a quando non sarà possibile pubblicare una versione corretta del documento di standardizzazione, abbiamo riportato e descritto la formula corretta in questa voce delle FAQ. Qui potete trovare ulteriori informazioni sull’argomento. 

  • Dove posso trovare l'elenco degli oggetti?

    Effettivamente un poco nascosto sotto la voce "Il mio profilo", lo strumento offre un aiuto per avere una visione d'insieme dei vostri oggetti e delle tariffe applicate. Nella scheda "Lista degli oggetti CECE" è possibile generare una lista per un determinato periodo di tempo. L'elenco degli oggetti viene generato in formato lista Excel in modo da consentire una classificazione individuale o un'eventuale ulteriore elaborazione. Oltre ai consueti dettagli dell'oggetto, troverete anche la data dell'evento (ad es. data di pubblicazione) e la data di fatturazione. Poiché la fattura delle spese viene controllata ed emessa in modo semi-manuale, può derivarne una leggera differenza con l’effettiva data della fattura.

     

    Spesso non è chiaro come sia impostata la struttura tariffaria del CECE. Tutte le pubblicazioni con il numero di versione CECE .01 costano CHF 60.- (es. AG-00001234.p01 come anche AG-00001234.01). Gli aggiornamenti con il numero di versione .02 o superiore vengono fatturati a CHF 20.-. La generazione del primo rapporto in formato Word costa CHF 90. Questa tassa viene addebitata una sola volta per oggetto (per ogni numero master CECE, ad es. per AG-00001234). In seguito, sarà quindi possibile rivedere più volte le misure, e di generare nuovamente il rapporto gratuito.

     

    Per qualsiasi domanda riguardante l'elenco degli oggetti e la fatturazione dei costi, contattare il Supporto CECE all'indirizzo cece@cece.ch o il CECE Expert Helpdesk. Domande sulla fattura stessa possono essere rivolte anche direttamente alla contabilità CECE all'indirizzo facture@geak.chQui puoi trovare ulteriori informazioni su questo argomento.